Prendendo spunto da uno stage tenuto nel 2016, il Maestro Nazionale Andrea Nociti ci spiega l’importanza del muro a tutti i livelli.

Il “muro” ottimo compagno/sparring, maestro famoso che ha insegnato a tutti, è in questo periodo, visto il protrarsi della pandemia, un ottimo mezzo di allenamento.

Renè Lacoste cominciò da ragazzino, come tanti, a palleggiare in uno speciale muro che si fece costruire nel giardino di casa, con una forma leggermente concava e convessa per rendere imprevedibili le traiettorie della palla. Si racconta che ci giocasse talmente tanto che fosse necessario intonacarlo ogni mese.

Leggi tutto l’articolo su tennispiacentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *