Cena di gala sociale nell’ex chiesa del Carmine

Cena di fine anno per il Tennis Club Borgotrebbia. Nell’ex chiesa del Carmine, il patron Lorenzo Marchi e il presidente Silvana Pagani hanno invitato tutti i soci per stilare un bilancio di questo 2021. “Sicuramente un’annata molto positiva per noi – ha spiegato – sia dal punto di vista dei risultati sia per quel che riguarda il nostro club che ha visto diversi interventi strutturali. Abbiamo infatti ampliato tutta la struttura aggiungendo il padel e questo ci ha permesso di incrementare il numero di soci e dare loro più servizi. In questo momento c’è anche una buona crescita del tennis, specialmente per la scuola che ha sempre più bambini e bambine che si stanno appassionando”.

Risultato? Un movimento che conta centinaia di appassionati, “150 circa i soci in generale e un centinaio di giovani iscritti alla scuola tennis, più un importante reparto agonistico con una dozzina di ragazzi e ragazze che portano avanti il movimento agonistico del club”. Cosa c’è nel futuro del Tennis Club Borgotrebbia? “Ci sono in cantiere vari progetti dal punto di vista strutturale, che inizieranno nel 2022 – la risposta del presidente – per ampliare il reparto padel con un altro campo e per migliorare il nostro campo da tennis centrale. Per quanto riguarda il settore agonistico, la nostra squadra maschile è attualmente in Serie C e puntiamo a salire”.

A ribadire quest’ultimo concetto ci ha pensato Gianluca Beghi, capitano della squadra maschile: “Ci aspettiamo di salire, l’obiettivo è quello di arrivare in B2, abbiamo completato la squadra con un giovane di talento come il giovane talento Gabriele Crivellaro, e direi che siamo pronti per disputare un ottimo campionato a squadre”.

Non solo tennis, Beghi ha anche dato il via quest’anno ai primi campionati provinciali di padel, sport in costante crescita, che hanno attirato circa cento giocatori da tutto il territorio piacentino. “Sono stato molto contento – ha commentato Beghi – hanno partecipato tanti ragazzi e ragazze, questo movimento sta crescendo moltissimo e mi aspetto che il livello aumenti ancora di più, per questo organizzeremo anche dei campionati a squadre per adulti, ma anche per bambini perché è fondamentale iniziare a fare un bel lavoro in ambito giovanile per avere dei buoni giocatori in futuro”.